Nell’ambito del Consiglio di Amministrazione, risultano costituiti i seguenti comitati:

  • Comitato per il controllo interno, formato da tre consiglieri indipendenti e non esecutivi e un consigliere non indipendente e non esecutivo, come più avanti specificato nella Sezione 10;

  • Comitato per la Remunerazione degli Amministratori, dei dirigenti e per gli eventuali piani di stock option, formato dal Presidente e da due consiglieri indipendenti, come più avanti specificato nella Sezione 8.

La scelta di non costituire il Comitato per le nomine viene motivata nella Sezione 7.

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre nominato un Organismo di Vigilanza dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo di cui al D.Lgs. 231/2001, attualmente presieduto da un consigliere indipendente e composto da altri due membri permanenti (un consigliere non esecutivo e il dirigente responsabile della Funzione Internal Audit), il tutto come più precisamente specificato nel terzo paragrafo della Sezione 11.

Nessun Comitato svolge le funzioni di due o più Comitati previsti nel Codice di Autodisciplina.